Dove arriva la legalità?

Inviata da Marco. 20 set 2016 6 Risposte

Buongiorno, ho un dubbio che mi assilla. La mia (quasi) ex-moglie, convinta di un mio tradimento che, in realtà non c'era, ha installato senza il mio permesso uno spy software sul mio cellulare. Praticamente grazie a questo programmino aveva accesso non solo a tutte le mie conversazioni private ma aveva anche la possibilità di rintracciare la mia posizione in qualsiasi momento. Ovviamente avendolo scoperto il matrimonio è finito non perché io la stessi tradendo ma perché è stata lei a tradire la mia fiducia. Ora, io vorrei sapere fino a che punto sono "legali" queste "hackerate" perché, sinceramente, non capisco. Aspetto chiarimenti in merito da voi che siete del settore.

Grazie.

moglie

Miglior risposta

Buongiorno, premesso che la nostra azienda non tratta "per scelta" software spia e sistemi d'intercettazione per linee fisse e mobili, la invito a prestare attenzione ai rischi che derivano dall'uso di queste attrezzature. Chi decide, ad esempio, di spiare la moglie a sua insaputa oppure un'azienda concorrente può incorrere nei reati previsti dal codice penale riguardanti "Interferenze illecite nella vita privata", "Cognizione, interruzione o impedimento illeciti di comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche", "Installazione di apparecchiature atte ad intercettare o impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche".

Cordiali saluti.

Click Intelligence Solution
dr Enrico Barisone

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissimo Sig. Marco, sicuramente il legale che ha curato la vostra separazione, con addebito a carico di sua moglie (presumiamo), le avrà anticipato l'assoluta illegalità dell'utilizzo "spy" dei sofware che sua moglie avrebbe fatto installare sul suo telefono. Se è ancora in possesso del telefono "incriminato" può far "incriminare" il reo ed il suo committente. In Italia, infatti, è consentita la vendita di detti marchingegni, ma di certo non l'uso su device di terzi, a loro insaputa, con l'unico scopo di venire a conoscenza di movimenti, conversazioni, spostamenti, messaggi....

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2016

Logo SERVIZISICURI.COM S.r.l. SERVIZISICURI.COM S.r.l.

19 Risposte

11 voti positivi

Buongiorno, confermo quanto già anticipato dai Colleghi, se pensa di essere stato vittima di reato/i deve presentare querela entro tre mesi dal fatto e mettere al sicuro le prove mediante perizia sul dispositivo telefonico.
La perizia è l'elemento chiave per dimostrare quanto da Lei affermato in sede di giudizio.
Se avesse bisogno di ulteriori informazioni ed eventuali perizie restiamo a Sua disposizione.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2016

Logo Elmainvestigazioni Elmainvestigazioni

326 Risposte

127 voti positivi

I software Spy sono illegali. Se avesse voluto avrebbe potuto querelare la signora e chiedere i danni.

A disposizione per una verifica tecnica del suo cellulare di livello forensico.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2016

Logo Veritas Investigazioni Veritas Investigazioni

5 Risposte

1 voto positivo

Come ha confermato il collega installare un software spia in un cellulare configura una serie di reati così lunga che evito di elencarli in questa sede. Il fatto però va dimostrato, per potersi tutelare in giudizio, con una consulenza tecnica di parte coordinata da un difensore e/o una indagine penale difensiva promossa dalla parte offesa di reato. Saluti, Michele Gandolfi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2016

Logo Modenaonline Investigazioni di Michele Gandolfi Modenaonline Investigazioni di Michele Gandolfi

15 Risposte

8 voti positivi

Buon giorno INANZITUTTO VOGLIO CHIARIRE CHE IN ITALIA SE C'E' UNA AUTORIZZAZIONE DI UN GIUDICE SI PUO' "METTERE SOTTO CONTROLLO UNA UTENZA TELEFONICA DI QUALUQNUE TIPO O GENERE, SE NON C'E' AUTORIZZAZIONE METTERE SOTTO CONTROLLO UNA UTENZA TELEFONICA SIA FISSA CHE CELLULARE OD ALTRO E' ILLEGALE E PENALE ( da 6 mesi a 3 anni) principalmente per violazione della privacy se poi, Nel Suo caso e' la moglie ( o il marito) od in altri casi si tratta di privati, compresi investigatori c'e' l'aggravante !!!
INOLTRE sempre per i motivi di cui sopra TALI PROVE IN GIUDIZIO NO HANNO ALCUN VALORE e sono anche passabili di denuncia !!
Noi Investigatori possiamo farlo SOLO anche Noi se c'e' l'autorizzazione dell'Autorita' giudiziaria e per " validi " motivi.
Cordialita'.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 SET 2016

Logo Anonimo-52695 Anonimo-52695

13 Risposte

3 voti positivi